LE POSIZIONI Yoga (ASANA) PER DIRE ADDIO AL MAL DI SCHIENA!!

Hai DOLORI al COLLO che ti tormentano? Soffri da tempo di un fastidiosissimo mal di schiena? Nonostante tu abbia provato tutte le cure possibili non riesci a trovare una soluzione alla tua LOMBALGIA o alla tua DORSALGIA?
Ti senti rigido e fai fatica a muoverti?
Ho una SOLUZIONE per te!
L’unica cosa che ti serve sono 15 minuti al giorno e costanza nel praticare semplici esercizi dello YOGA .

Sai perché questa disciplina è così benefica per la lombalgia, per la cervicalgia, per la dorsalgia, per la scoliosi, per la sciatica e per tutti i disturbi che riguardano la colonna vertebrale?

Innanzitutto grazie alle numerose posizioni che vengono assunte tensioni e contratture dei muscoli, che spesso sono proprio la causa del dolore, vengono sciolte perché pian piano i gruppi muscolari si rilassano e si allungano.

Un altra causa molto frequente del mal di schiena è da ricondursi al fatto che alcuni muscoli sono troppo deboli, quindi non sorreggono la schiena come dovrebbero e pertanto si assumono posture non naturali, così molti fastidi insorgono. Lo yoga permette un lento ma efficace rinforzamento di tutti muscoli della schiena, riequilibra la postura e così il dolore pian piano scompare.

Avrai sicuramente sentito che lo yoga elimina lo stress, vero?

Ma molto probabilmente non saprai che il mal di schiena e lo stress sono strettamente correlati. Tutte le nostre emozioni negative si annidano proprio sulla schiena che riflette pertanto il nostro stato emotivo. A volte è proprio la causa del dolore , mentre altre lo intensifica. 

Infine lo yoga rende la schiena incredibilmente più flessibile e la rigidità, che è spesso la causa di dolori, scompare del tutto.

Iniziano allora a vedere la prima di queste semplici posizioni yoga che ti permetteranno di dire addio al mal di schiena.

UTTANASANA

Questo asana è tra le posizioni più importanti in piedi in quanto è molto benefico ed è la base per praticare ulteriori piegamenti in avanti. Se effettuato correttamente per la schiena è un vero toccasana in quanto allunga tutta la colonna vertebrale, i muscoli ad essa correlati ed i muscoli del collo, che spesso causano dolori, si rilassano completamente.

Attenzione però a non iperestendere ne i muscoli posteriori delle cosce ne quelli della schiena perché è molto facile farlo in questo asana. Perciò cerca di lavorare sempre entro i tuoi limiti e non spingere troppo.
1. Inizia posizionandoti in piedi con le gambe divaricate quanto le spalle. Rilassa le braccia 
2. Inspira profondamente e nella successiva espirazione piegati in avanti in modo lento e graduale partendo dal capo (il mento verrà portato verso lo sterno) e via via proseguendo sino al tuo limite e rilassando le braccia davanti a te. Il piegamento deve avvenire a livello delle anche, e non più in alto a livello della vita. Mentre ti pieghi in avanti devi cercare di spingere il busto in avanti e cercare di creare spazio tra il bacino e lo sterno. Mentre ti fletti sblocca le ginocchia. Questo ti permetterà sia di arrivare più in basso, sia di non iperestendere i muscoli posteriori delle cosce.
3. Una volta arrivato al tuo limite con il busto rilassa la testa.
4. A questo punto, mantenendo la base stabile, spingi i piedi a terra e cerca di mandare il sedere leggermente più in alto cercando di raddrizzare le ginocchia. Questo deve essere fatto delicatamente altrimenti rischi di iperestendere i muscoli. Ognuno ha un range di allungamento muscolare diverso, quindi arriva fino a dove ti senti che stai comodo, e non ti spingere oltre.
5. Se ti senti bene in questa posizione puoi manternerla qualche istante, poi inspira e nella successiva espirazione solleva il busto, tendendo la colonna vertebrale e guarda a terra. Se riesci cerca di guardare in avanti, ma non forzare troppo il collo.
6. Nella successiva espirazione lascia andare sia le mani che tutta la parte superiore del corpo e ripiegati il più possibile in avanti, come hai fatto in precedenza.
7. A questo punto, puoi o restare in questa posizione e fare qualche respiro profondo, oppure puoi continuare a fare il ciclo appena descritto inspirazione/tensione della colonna e espirazione/rilassamento del busto.
8. Una volta conclusa la posizione puoi espirando iniziare a riportare il tuo busto nella posizione eretta. Fallo gradualmente vertebra dopo vertebra. Questo dovrebbe facilitarti il ritorno in posizione eretta. L’ultima parte della colonna che si raddrizza è la parte cervicale.

Puoi eseguire questa posizione 6 -8 volte.
Ne sentirai da subito i benefici per la tua schiena.
Se praticata con costanza allevia i dolori muscolari portando ad un loro graduale e dolce allungamento. 

Uttanasana richiede tanta pazienza e tanta pratica per essere eseguita perfettamente. Potrebbero volerci anni per arrivare ad eseguirla nella variante più profonda, ed è molto facile farsi male se spingi troppo il tuo corpo e vuoi vedere i risultati troppo presto. Se non hai la flessibilità sufficiente per effettuare questo asana perfettamente, cosa normale se hai iniziato a fare yoga da poco, pratica con un mattone o piega le ginocchia fino a che non sei in grado di toccare con i palmi delle mani comodamente a terra e nello stesso tempo tenere le gambe dritte.

Se hai gravi problemi alla schiena o altri tipi di disturbi parla con un dottore prima di praticare questa o qualsiasi altra posizione yoga.

Gli altri BENEFICI DI UTTANASANA sono i seguenti:

– Il piegamento in avanti agisce massaggiando dolcemente tutto il ventre. Così la digestione viene migliorata ed i dolori di stomaco vengono curati. Anche durante il periodo mestruale il mal di stomaco viene alleviato.

– Stimola e migliora il normale funzionamento di organi importanti come fegato, milza e reni.

– Qualsiasi forma di lieve depressione scompare se si rimane in questa posizione per qualche minuto.

– Questo asana è di gran benificio per chi è molto eccitabile in quanto le cellule del cervello vengono calmate ed i battiti del cuore vengono rallentati. Questo effetto in genere si ha in tutte le posizioni yoga dove la testa viene messa più in basso del cuore.

– Riduce lo stress.

– Le cosce e le ginocchia vengono rafforzate.

– I muscoli posteriori delle cosce, i polpacci ed i fianchi vengono allungati.

– Riduce la tensione sul collo e sulle spalle.

– Riduce il mal di testa, l’ansia, l’insonnia e la pressione alta.

– Dopo aver terminato questo asana, ci si sente in pace, calmi e tranquilli, gli occhi risplendono e la mente è placata.

Provate e se avete dubbi sono a disposizione per ogni chiarimento

Seguitemi per conoscere le altre posizioni contro il mal di schiena !

Namaste’

Rispondi