IMPARIAMO A RESPIRARE GRAZIE ALLA TECNICA DI RESPIRAZIONE YOGICA

La respirazione yogica completa è considerata la respirazione ideale, grazie alla quale è possibile utilizzare al massimo la capacità polmonare per sperimentare una sensazione di benessere e rilassamento vero e favorire processi di guarigione.
La respirazione yogica completa è la respirazione ideale, quella che fanno istintivamente i neonati e i nostri animali domestici.

Col tempo abbiamo perso la capacità di respirare correttamente ma, attraverso semplici esercizi come quelli che ti spiegherò fra poco, è molto facile tornare a controllare il respiro.

Imparare a conoscere e controllare il nostro respiro è fondamentale per vivere bene, per sentirci meglio, per gestire le emozioni, e per farci chiarezza mentale.

Inizia mettendoti in una posizione comoda: in piedi, seduto o sdraiato a pancia in su.  
Appoggia le mani sulla pancia e rilassa il respiro.  
Mantieni la colonna diritta per tutta la durata della pratica. Inspirando presta attenzione all’addome che si espande. Espirando svuota completamente i polmoni contraendo leggermente gli addominali.  
Ripeti per qualche respiro rimanendo ad osservare le mani che si sollevano spontaneamente con l’inspiro e si abbassano con l’espiro.
Questo è il tuo respiro addominale, utilizza la parte bassa dei polmoni.

Ora appoggia le mani ai lati del torace, sopra le costole. Inspirando senti la pancia che si espande e l’aria che sale espandendo il torace.  
Espirando il torace si comprime, l’aria scende e la pancia si sgonfia contraendo leggermente gli addominali.  
Ripeti per qualche respiro, concentrandoti sull’espansione della cassa toracica con l’inspiro e la contrazione con l’espiro.
Questo è il tuo respiro toracico, utilizza i lobi laterali dei polmoni.

Ora, appoggia le mani sotto le spalle, all’altezza delle clavicole. Inspirando la pancia e il torace si espandono. Prova a portare l’aria fin sotto le spalle. Dovresti percepire un leggero sollevamento delle mani.  
Espirando rilassa le spalle, comprimi il torace e sgonfia completamente la pancia con una leggera contrazione addominale.  
Ripeti qualche respiro, concentrandoti sull’espansione della zona delle spalle e collo.
Questa è la tua respirazione clavicolare, utilizza la parte alta dei polmoni.

Unendo le tre fasi di respirazione in unico e armonico atto, portando l’attenzione alle varie fasi del respiro – prima addominale, poi toracico, poi clavicolare – stai facendo esattamente una respirazione yogica completa e stai utilizzando al massimo la tua capacità polmonare.

Buona pratica e buona respirazione 🙂

Rispondi